Tutto come PRIMA? In città ricompaiono rifiuti abbandonati lungo le strade e nelle zone verdi: guanti monouso, mascherine, mozziconi e altro… Tante le segnalazioni

COMUNICATO STAMPA

Via i mozziconi dall’imbarcadero: Legambiente ha ripreso la campagna

Da alcuni giorni un gruppo di volontarie e di volontari di Legambiente, nel pieno rispetto delle norme precauzionali previste per il contenimento della pandemia, raccoglie i tanti mozziconi abbandonati quotidianamente sui gradoni dell’imbarcadero. Con i mozziconi, vengono rimossi anche i rifiuti portati dal fiume (o da qualche distratto…).

Si tratta di un piccolo intervento in favore dell’ambiente e della bellezza del nostro Lungo Po, che in questi giorni è diventato un luogo di riflessione, di ristoro interiore e di riposo. Legambiente, che sta definendo la proposta di nuovo utilizzo degli spazi urbani (sulla quale spera di confrontarsi con le istituzioni e la cittadinanza), ricorda con ciò che nei mesi scorsi, prima dell’insorgere dell’emergenza sanitaria legata al COVID19, aveva – con altre associazioni – siglato un accordo con il Comune legato proprio alla battaglia ai mozziconi, il cui abbandono nell’ambiente è sintomatico di noncuranza da parte dei cittadini e delle cittadine di ogni età. 

Di contro, abbiamo constatato l’assenza di appositi cestini per buttare questo genere di rifiuto, oltre ad una semplice segnaletica multilingue, ma riteniamo che sia una mancanza che potrà facilmente essere colmata. dall’amministrazione comunale.

Noi ci mettiamo il nostro amore per l’ambiente e per la bellezza, ma certo questo non può bastare…

Casale Monferrato, 17 maggio 2020

Imbarcadero Lungo Po Gramsci
Imbarcadero Lungo Po Gramsci

Ci spostiamo al bosco della Pastrona con le immagini che ci ha inviato una iscritta di Legambiente

Da Facebook più che una segnalazione, giunge un atto di accusa all’insensibilità di molti concittadini…

“Bentornata Ripresa!!! […] Poveri giardini comunali di Casale, in balia di veri e propri vandali ambientali. […] Ai tanti che consumano ogni cosa e buttano per terra e nei prati ogni genere di immondizia (ora le new entry sono mascherine e guanti ) […] per non parlare delle nuove normative per il consumo ai bar ed ai ristoranti (piena solidarietà agli esercenti così duramente provati) i cui clienti consumano caffè, pasticcini, gelati, mojito, vino, birra e poi buttano i  contenitori usati (bicchierini, bicchieri, piatti, posate, coni, ecc ) tutti in terra e i cestini preposti alla raccolta dell’immondizia che guardano la scena vuoti! Casale è un bell’esempio di SFACELO , MALEDUCAZIONE , PREVARICAZIONE E NON RISPETTO DELL’AMBIENTE E DEGLI ALTRI! […] Insomma, altro che ripresa! […]”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...