Domenica 5 e lunedì 6 maggio Keep Clean and Run a Casale Monferrato

logo copia_page-0001 (002)

Keep Clean and Run a Casale Monferrato

“Il 75 dei rifiuti in mare proviene dall’entroterra ed è trasportato dai fiumi.”
(Roberto Cavallo)

Domenica 5 maggio al Parco del Po (Viale Lungo Po Gramsci, 10) alle ore 20,45 incontro con Roberto Cavallo rifiutologo e eco-runner;

lunedì 6 maggio davanti al Castello (piazza Castello) alle ore 8,30 azione di pulizia

A3_2

PARTE DAL PIEMONTE IL “KEEP CLEAN AND RUN+”, 730 CHILOMETRI
LUNGO IL FIUME PO RACCOGLIENDO RIFIUTI. ECCO COME UNIRSI
AL PLOGGING PIU’ LUNGO D’ITALIA
ANNUNCIATO IL ROAD- BOOK CON  T U T T E  L E  T AP P E  D E L L ’ E CO – TRAI L: DIVENTA ANCHE TU UN ECO-ATLETA E AIUTA ROBERTO CAVALLO A P U L I R E §
L ’ AM B I E NT E !
Non solo il Keep Clean and Run+ (KCR+) è l’eco-trail contro l’abbandono dei rifiuti
(littering) più lungo d’Italia, ma anche il più inclusivo: da oggi e fino al giorno prima della
partenza è possibile unirsi per accompagnare di corsa o in bici Roberto Cavallo,
“rifiutologo” e divulgatore ambientale, accompagnato dal suo allenatore Roberto
Menicucci, aiutandoli a pulire l’ambiente in quello che si può considerare un lungo
plogging, addirittura 730 km, dal Monviso al delta del Po, dal 4 al 10 maggio 2019.
La corsa, promossa da AICA (Associazione Internazionale per la Comunicazione
Ambientale) rappresenta l’evento centrale italiano della campagna europea “Let’s
Clean Up Europe!” e muove i suoi primi passi proprio dal Piemonte: sabato 4 maggio,
infatti, dopo un saluto all’alba al Re di Pietra e alla sorgente del Po, la partenza del Keep
Clean and Run + è prevista da Crissolo alle ore 9,30 per passare poi attraverso Sanfront –
dove avverrà un’azione di pulizia a cura delle associazioni locali – e arrivare a Saluzzo
dove, oltre a un clean up organizzato nell’ambito della Settimana del Riuso, gli eco-atleti
inforcheranno le bici, attraverseranno un altro clean up – questa volta a Casalgrasso – e
faranno il loro ingresso nella provincia torinese arrivando a Carignano dove la sera è
previsto un incontro pubblico con il sindaco Giorgio Albertino, il presidente di Covar14
Leonardo di Crescenzo e, come testimonial, il raftmaker Igor D’India, autore di
documentari sui fiumi più inquinati del mondo.
La seconda tappa, domenica 5 maggio, prosegue di corsa e prevede di arrivare a Torino
alle 12 presso la Casa dell’Ambiente per una grande azione di pulizia (che coinvolge
Assessorato all’Ambiente, Green Office UniTo, Torino Club Canottaggio, UnitoGO). Giunti
a Chivasso, presso il Parco fluviale del Bricel, avverrà un clean up in collaborazione con il comune e l’associazione Torresana in presenza di Andrea Fluttero, politico e imprenditore, già co-protagonista insieme a Roberto Cavallo del film “Meno 100 Kg”. Si arriverà la sera a Casale Monferrato per un dibattito pubblico presso il salone del consiglio comunale.
La terza tappa, quella di lunedì 6 maggio, riparte con un’azione di pulizia da Piazza
Castello a Casale, coinvolge in un clean up le scuole e il comune di Valenza con la ditta
AMV, e incontra le autorità ad Alluvioni – Piovera, dopo 250 km in territorio piemontese.
Da qui si entrerà in territorio lombardo verso Pavia, per poi proseguire e arrivare finalmente il 10 maggio al delta del Po.
Come partecipare
Tutte le tappe sono consultabili (con orari e tracciato scaricabile in formato .kml)
attraverso il road-book in costante aggiornamento, al link: https://www.envi.info/keepclean-and-run-2019/
In questo modo chiunque può unirsi per accompagnare di corsa o in bici gli eco-atleti, o
per prendere parte alle azioni di clean up organizzate in occasione dell’iniziativa. L’invito è quello di consultare il road-book completo e poi scrivere a serr@envi.info per iscriversi alla tappa desiderata e spiegare in quale modo si intende partecipare.
Il messaggio L’iniziativa vuole sensibilizzare la popolazione e i media sul fenomeno del littering,
ponendo l’attenzione sull’origine di tali rifiuti. La scelta di incentrare l’evento sportivo negli eco-sistemi montano e marino, infatti, nasce dalla consapevolezza che oltre il 75%
dell’inquinamento dei mari ha origine nell’entroterra e viene trasportato dai fiumi. La
novità principale di questa edizione sarà quindi l’estensione del focus delle plastiche in
mare anche ai fiumi. Per indagare tale fenomeno un team di ricercatori, guidati da
Franco Borgogno, seguirà i due eco-runner durante la corsa e si occuperà di monitorare
le acque del Po raccogliendo dati scientifici sullo stato di inquinamento. Infine, oltre alla
pulizia del territorio in senso stretto, saranno anche messe in risalto le esperienze e le filiere virtuose di gestione e trattamento dei rifiuti.

 

Quinta edizione di KCR+ (Keep Clean and Run + Ride)
Dopo aver attraversato l’Italia da Nord a Sud di corsa e in bicicletta, raccolto qualche centinaio di tonnellate di rifiuti abbandonati e incontrato e sensibilizzato migliaia di persone, soprattutto scuole, al tema dell’abbandono…
Dopo aver pubblicato 2 libri (2015-2016) che raccontano i primi due appuntamenti…
Dopo avere realizzato un film, Immondezzacon la regia di Mimmo Calopresti (2017)…
Dopo l’ultima edizione in bici sulla costa adriatica…
Dopo aver raggiunto circa 15 milioni di contatti con i diversi mezzi di comunicazione…
AICA -Associazione Internazionale per la Comunicazione Ambientale- con la collaborazione del MATTM, quale coordinatore europeo dell’European Clean Up Day, ha deciso di ripetere l’iniziativa anche nella primavera 2019.
L’evento nazionale 2019 – Keep Clean and Run+
Quale evento centrale dell’European Clean Up Day 2019 in Italia, il Ministero dell’Ambiente e il Comitato promotore nazionale della Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti, con il coordi-namento di AICA, presentano la sesta edizione di LCUE la cui azione centrale è “Keep Clean and Run +” per sensibilizzare sulla tematica del contrasto al littering tramite lo sport.
Dopo le passate quattro edizioni (nel nord Italia nel 2015, nel centro Italia nel 2016, e nel sud Italia nel 2017 e in bici sulla costa est nel 2018) che hanno visto Roberto Cavallo e vari testimonial attra-versare la Penisola di corsa e non solo, intrepretando al meglio il concetto di eco-trail, quest’anno l’evento si concentrerà lungo il corso del fiume Po alternando la corsa con la bicicletta e coinvol-gendo associazioni sportive locali e soprattutto quelle fluviali (canottaggio, kayak, rafting, nuoto, pesca, ecc.).
Roberto Cavallo -accompagnato da numerosi testimonial sportivi di fama nazionale- attraverserà le strade di vari Comuni lungo un percorso in 7 tappe, compiendo azioni di pulizia dai rifiuti abban-donati insieme ai cittadini e agli sportivi locali.
Particolare attenzione sarà data al coinvolgimento della popolazione, con eventi sia nel Comune di partenza che in quello di arrivo, nonché nei Comuni attraversati: scuole, famiglie e Associazioni culturali e sportive del territorio verranno invitate a partecipare a momenti di sensibilizzazione, ani-mazione e pulizia del territorio, mentre i testimonial descriveranno il senso dell’iniziativa e forniranno i dati legati ai rifiuti raccolti durante il percorso. Ogni Tappa potrà prevedere inoltre un tema spe-cifico, legato all’approfondimento di particolari filiere di rifiuto, e la presenza di testimonial locali per aumentare la portata dell’evento.

Il format KCR+ 2019
L’idea è, quindi, di mantenere questo format di successo, ovvero utilizzare lo sport per passare da una meta ad un’altra.
Nel corso del passaggio da un luogo all’altro continueremo a coinvolgere le comunità presenti lungo il percorso, in particolare le scuole, per azioni di pulizia del proprio territorio. Anche i testimo-nial dello spostamento sono chiamati a fermarsi e raccogliere i rifiuti abbandonati. I rifiuti raccolti saranno pesati e suddivisi per materiale così da avviarli, dove possibile, a riciclo.
Ma i rifiuti raccolti sono anche raccontati. Ogni oggetto ha una sua storia e conoscerla limita l’ab-bandono e aumenta la sensibilità al proprio territorio.
Per questo ogni tappà ha inizio con un incontro con le scuole e i cittadini e che durante il percorso altri cittadini, altre scuole e altre associazioni accompagneranno con azioni di pulizia e incontri gli ecoatleti coinvolti con Roberto Cavallo.
Al termine della “tappa” i testimonial e gli sponsor raccontano ai presenti e alla stampa invitata cosa hanno trovato e le conseguenze dell’abbandono.
Le novità di questa edizione
La novità principale del 2019 è che KCR+ si concentrerà sull’inquinamento fluviale, in particolare:
– Per estendere il focus della plastiche nel mare agli inquinanti nei fiumi;
– Per allargare il target di accompagnatori,
– Per raccogliere dati scientifici sul fenomeno dell’inquinamento nei fiumi grazie all’attività di un team di ricercatori
– Per trasmettere messaggi coerenti nella quotidianità:
o Non abbandonare i rifiuti
o Fai sport e movimento
o Usa una forma di mobilità e turismo sostenibile

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...